LA CURA DEL TUMORE, SECONDO BREUSS.

 LA CURA  DEL TUMORE, SECONDO BREUSS 

La Cura Breuss:

Si prendono 3/5 di rape rosse (barbabietole); 1/5 di carote; 1/ di tubero di sedano, un poco di rafano e una patata grossa quanto un uovo.  Continua la lettura di LA CURA DEL TUMORE, SECONDO BREUSS.

Tumore.

 

TUMORE

Parliamo del tumore, dalla rivista “Le bon guide de l’hygienisme” sugli scritti di H. Shelton e T. Fry e di molti altri autorevoli igienisti, .

“In alcuni circoli si e’ sparsa la credenza che il crudivorismo guarisca il cancro, così come l’assunzione in dosi massicce di vitamina A e C. Altri affermano che l’addizione dell’aglio, di piante medicinali o di altre sostanze avventizie guariranno anch’esse il tumore. Continua la lettura di Tumore.

Gesti positivi che migliorano la salute

 risata

Gesti positivi che migliorano la salute: il primo gesto, la risate regola il flusso sanguigno.

Quando i volontari hanno visto un film stressante, il rivestimento dei vasi sanguigni ha sviluppato una reazione potenzialmente malsana chiamata vasocostrizione, riducendo il flusso sanguigno. Questo risultato conferma studi precedenti, che hanno suggerito un legame tra lo stress mentale e il restringimento dei vasi sanguigni. Tuttavia, dopo aver visto il film divertente, il rivestimento dei vasi sanguigni si è ampliato.

Complessivamente, più di 300 misurazioni sono state effettuate con una differenza del 30-50% del diametro dei vasi sanguigni tra le fasi delle risate (espansione dei vasi sanguigni) e dello stress mentale (vasocostrizione arteriosa). ”L’ampiezza del cambiamento che è stato visto nell’endotelio dopo aver riso era coerente e simile al beneficio che potremmo vedere con l’attività aerobica o l’uso di statine” dice il Dott. Miller.

L’endotelio ha un potente effetto sul tono dei vasi sanguigni e regola il flusso di sangue, regola la coagulazione del sangue e l’ispessimento, e produce prodotti chimici in risposta al danno e all’infiammazione, migliorando la nostra salute. Esso svolge anche un ruolo importante nello sviluppo delle malattie cardiovascolari. “L’endotelio è la prima linea nello sviluppo di aterosclerosi o indurimento delle arterie, quindi è molto probabile che ridere su base regolare può essere utile come parte di uno stile di vita complessivamente sano per prevenire le malattie cardiache. In altre parole, bisogna mangiare le verdure, fare esercizio fisico e farsi una bella risata tutti i giorni ”dice il Dott. Miller. Sebbene i risultati delle misurazioni del flusso sanguigno dell’arteria brachiale sembrano stabilire una connessione tra la risata e la salute vascolare, sono necessari altri studi. ”Ciò di cui abbiamo realmente bisogno è uno studio clinico randomizzato per determinare se le emozioni positive riducono gli eventi cardiovascolari”, ha concluso il dottor Miller.

Gli abbracci rilasciano ossitocina ed eliminano lo stress dal nostro corpo.

abbraccio

L’abbraccio è una vera e propria terapia per il mantenimento della salute e del benessere. E’ un gesto primordiale e rappresenta il primo momento di contatto tra la mamma e il bambino dopo la sua nascita.

I vantaggi dell’abbraccio sono sia fisici che psicologici e possono coinvolgere chiunque, tanto che anche in Italia è nata una rete dedicata gli Abbracci Liberi, conosciuti all’estero come Free Hughs. E se il buonumore vi abbandona proprio quando non avete nessuno da abbracciare, provate la Silvoterapia e abbracciate un albero.

Ecco i 10 maggiori benefici di un abbraccio.

1) Ringiovanire

Un semplice abbraccio ha effetti benefici sull’ossigenazione del sangue. Il potere dell’abbraccio è nel contatto tra due corpi. Quando abbracciamo una persona, rafforziamo il suo organismo stimolando la produzione di emoglobina, che trasporta l’ossigeno ai tessuti. Quando essi ricevono ossigeno, hanno con sé una nuova energia che permette al nostro corpo di ringiovanire.

2) Guarire

L’abbraccio è parte di un vero e proprio percorso di guarigione. E’ per questo che si parla talvolta di abbraccio-terapia. Gli abbracci stimolano nel nostro organismo la produzione di sostanze benefiche che permettono l’auto guarigione e l’autoriparazione delle cellule e dei tessuti. Abbracciare un ammalato, dal punto di vista interiore, regala un piccolo momento di sollievo.

3) Benessere

L’abbraccio è un gesto reciproco e gratuito. Un abbraccio non costa nulla e non richiede molto tempo. E’ un vero e proprio dono reciproco, benefico per entrambe le persone che si abbracciano, che si donano calore e conforto a vicenda. E’ inoltre un gesto positivo di riappacificazione. Aiuta le persone a sfogarsi e ad aprirsi agli altri.

4) Autostima

Ricevere e donare un abbraccio migliora l’autostima e le capacità intellettive, oltre che le competenze linguistiche e il QI nei bambini. Studi scientifici hanno dimostrato che in generale questo gesto reciproco favorisce l’autostima e le capacità mentali sia della persona che abbraccia che di chi viene abbracciato.

5) Depressione

L’abbraccio può essere considerato come una terapia naturale e completamente gratuita contro la depressione. Gli scienziati del Canadian Community Health Survey hanno scoperto che coloro che ricevono frequenti dimostrazioni di affetto, che si manifestano con abbracci e carezze, presentano un rischio inferiore di andare incontro a depressione e disturbi mentali rispetto a coloro a cui non vengono mai dedicati gesti gentili.

6) Stress

Abbracciarsi è un ottimo rimedio per alleviare lo stress. Lo hanno dimostrato gli scienziati dellaMedical University di Vienna. Il merito è dell’ossitocina, una sostanza conosciuta come ormone del buonumore. L’ossitocina viene rilasciata dal nostro organismo durante gli abbracci, contribuendo a contrastare lo stress. L’effetto antistress dell’abbraccio sarebbe maggiore tra persone che si conoscono e che si vogliono bene.

7) Mamma e bimbo

L’abbraccio è il più naturale e spontaneo gesto d’affetto tra mamma e bambino. Se il bambino piange, non c’è nulla di più efficace di un abbraccio per calmarlo. Solo l’abbraccio della mamma può calmare realmente il neonato. La psicoterapeuta statunitense Virginia Satir diceva: “Ci servono 4 abbracci al giorno per sopravvivere. Ci servono 8 abbracci al giorno per mantenerci in salute. Ci servono 12 abbracci al giorno per crescere”.

8) Memoria

Abbracciarsi migliora la memoria. Per stimolare il nostro cervello a ricordare meglio ciò che di importante ci accade, impariamo ad abbracciarci più spesso. Come nel caso dell’effetto antistress dell’abbraccio, il merito sarebbe ancora una volta della produzione di ossitocina, come sottolineato da parte dei ricercatori austriaci. Se tra le due persone che si abbracciano esiste una fiducia reciproca, la terapia dell’abbraccio funziona meglio.

9) Cuore

Un semplice abbraccio contribuisce a migliorare la salute del cuore. Uno studio pubblicato su Psychosomatic Medicine ha evidenziato che gli abbracci producono degli effetti positivi sulla salute del cuore, con particolare riferimento alle donne. Nelle donne, dopo una serie di abbracci, è stato evidenziato un calo della pressione sanguigna e del cortisolo, a beneficio del cuore e della circolazione sanguigna.

10) Ansia

In caso di ansia e panico l’abbraccio può diventare una vera e propria terapia. La produzione di ormoni del benessere nel corso di un abbraccio è in grado di stimolare una sensazione di maggiore calma e di pace. La stimolazione della produzione di endorfine avviene grazie agli abbracci frequenti. Per ottenere degli effetti positivi dagli abbracci, a parere degli esperti, ne sono necessari da 4 a 12 al giorno. 4 abbracci al giorno sono sufficienti per mantenere la normale tranquillità, mentre la dose massima di abbracci contribuisce ad alleviare ansia e angoscia.

Incontrare le persone simpatiche, che ci piacciono migliorano lo stato di salute.

Trascorrere del tempo con i nostri cari, abbassa la pressione sanguigna.

Fonte: Autrice: Marta Albè

 

Cipolla è un ottimo disinfettante.

Cipolla è un  ottimo disinfettante!

cipolla

 Ma non è tutto: perché questo bulbo odoroso aiuta anche a depurare il sangue, riduce il catarro e secrezioni, combatte i virus e le degenerazioni cellulari.

Un consiglio dalla nonna Adi: per non prendere l’influenza, vi raccomando un semplice trucco: mettete una cipolla non sbucciata in un piatto in ogni singola stanza della vostra casa. Le cipolle (tagliate a metà) e l’aglio disposti sulla finestra allontanano virus e germi, perché hanno potenti antibatterici e proprietà antisettiche.

La cipolla è data dai bulbi di Allium Cepa, una pianta biennale o triennale appartenente alla famiglia delle Liliacee (la stessa di aglio, porro, scalogno ed erba cipollina).
Immancabile ingrediente di numerose ricette, la cipolla si distingue per l’abbondante presenza di oligo elementi ( ferro), vitamine e stimolano la digestione ed il metabolismo.

Proprietà della Cipolla e Fitoterapia

Questo alimento racchiude anche diverse sostanze particolarmente note in fitoterapia; ricordiamo innanzitutto i composti solforati, il più importante dei quali è il disolfuro di allilpropile. Queste sostanze, unitamente al flavonoide quercetina, conferiscono alla cipolla una potenziale attività antitumorale, soprattutto per quanto riguarda il cancro al colon, allo stomaco e alla prostata. Anche se stiamo parlando di un semplice alimento, con tutti i limiti e la cautela del caso, è pur vero che esistono evidenze scientifiche che supportano tale attività; la quercetina, per esempio, si è dimostrata in grado di arrestare lo sviluppo dei tumori del colon (indotti dall’azossimetano) esistono anche alcuni studi clinici. Naturalmente, non bisogna assolutamente lasciarsi andare ad affermazioni miracolistiche, ma interpretare il tutto con la massima razionalità e cautela:

un fumatore incallito, sedentario ed in evidente sovrappeso, non può certo sperare di prevenire le ripercussioni negative del suo stile di vita mangiando semplicemente qualche cipolla.

In questo alimento troviamo anche flavonoidi ad azione diuretica e glucochinina, un ormone vegetale ad attività anti diabetica (azione coadiuvata dai composti solforati e dal cromo) . La cipolla è un ottimo disinfettante e inoltre gli sono attribuite numerose altre virtù, come quella: antipertensivo (per la presenza dei già citati flavonoidi, ma anche di alligna e derivati) vermifuga, espettorante, antibiotica (specie a livello intestinale, grazie all’azione prebiotica dell’inulina),normolipidemizzante (previene l’aterosclerosi e i danni dell’ipercolesterolemia),anti trombotica (riduce l’aggregazione piastrinica e previene la formazione di trombi),blandamente lassativa (per il suo contenuto in pectine ed inulina),depurativa (la cipolla favorisce la diuresi) ed anti gottosa (favorisce l’eliminazione delle scorie azotate e dell’acido urico).
Da notare, comunque, che gran parte delle sostanze dotate di queste importanti attività, insieme al prezioso contenuto vitaminico, subiscono alterazioni irreversibili quando la cipolla viene lasciata troppo a lungo nell’olio bollente. La cottura migliore, quindi, è quella sobria, limitata ad una semplice scottatura o ad una rosolatura molto breve; solo in questo modo la cipolla potrà trasferire al nostro organismo tutte le sue preziose virtù terapeutiche.

E’ RICOSTITUENTE ED ESPETTORANTE

Non a caso la cipolla era la base della dieta degli schiavi in Egitto, che era tenuti in forze per la costruzione delle piramidi, con una dieta arricchita da questo bulbo ricostituente. L’Ayurveda addirittura prescrive la cipolla per la cura del cancro e della lebbra, mentre secondo la moderna fitoterapia sarebbe utile per abbassare la glicemia nel sangue, ridurre i catarri; è depurativa e diuretica se consumata cruda o in succo. Infine è antibiotica ed elimina le infezioni, soprattutto a carico dell’apparato circolatorio e riproduttivo.
Le varietà si distinguono in base alla forma del bulbo e al colore della “tunica” che le riveste: rossa, bionda o bianca. Si possono consumare fresche o essiccate. E, interrate adesso, iniziano a maturare in tarda primavera.

E’ UN TOCCASANA PER I DISTURBI DI TIPO RESPIRATORIO

In granuli per le allergie. Il rimedio omeopatico Allium cepa ci permette di guarire o almeno di attenuare raffreddori, congiuntiviti, disturbi respiratori e febbri di origine allergica. E’ anche indicata nei bambini per alleviare la nevralgia che accompagna otite e mal di denti.
Come fare. Il rimedio si assume alla 7 CH, 3 granuli 3 volte al giorno fino al miglioramento dei sintomi.
Il succo cura le bronchiti. La cipolla è ottima anche per sciogliere il muco. Per secoli è stata infatti usata dalla medicina tradizionale come trattamento di raffreddori, bronchiti e influenza.
Come fare. Scovate una cipolla e mettete miele, 2-3 cucchiaini lasciando coperta per una notte e poi consumate ;cura e previene i malanni tipici della stagione fredda.

Per cicatrizzare bruciature e ustioni

Sulla pelle ustionata è utile applicare con una piccola fasciatura una fetta di cipolla: toglie il bruciore e cicatrizza.
Controindicazioni ed effetti collaterali
Se dal punto di vista alimentare-culinario la cipolla sta bene un po’ dappertutto, da quello fitoterapico fa bene un po’ per tutto; il suo utilizzo dovrebbe comunque essere contenuto in presenza di meteorismo, flatulenza, dolori allo stomaco (iperacidità , ulcera peptica) ed ernia iatale; infine, durante l’allattamento, la cipolla tende a conferire al latte un sapore particolare, spesso sgradevole per il lattante.

Le cipolle sono un enorme magnete per i batteri, in particolare se tagliate a metà o cotte.

Quindi non si dovrebbe mai conservare una parte di una cipolla affettata , perché non è sicura nemmeno se la metti in un recipiente chiuso e dentro al frigorifero.
La cipolla si “contamina” molto presto solo per essere stata all’aria aperta (perché ha presso le batteri presente), e può essere un pericolo per te!
Fai molta attenzione a quando ti mettono le cipolle nei panini, nelle paninoteche o in altri posti.
Io credo che la cipolla vada mangiata sia cruda che cotta e anche spesso! Ma in che modo?
Tieni in casa cipolle di piccolo taglio, scartane sempre i primi 2 o 3 strati e affettala finemente se la mangi cruda.