Archivi tag: Hulda clark

Cura antiparassitaria Hulda Clark, per i bambini.

Cura antiparassitaria Hulda Clark, per i bambini.

  1. TINTURA EXTRA FORTE DÌ GUSCIO DÌ NOCE NERA
  2. CAPSULE DÌ ASSENZIO ( 200-300MG).
  3.  CAPSULE DÌ CHIODI DÌ GAROFANO (500MG).
  4. PER IL PERIODO DELLA CURA SI DEVE PRENDERE ARGININA E ORNITINA, LONTANO PASTO 2 ORE, LA MATTINA.

    cura antiparassitaria per i bambini
GIORNO TINTURA DÌ NOCE VERDE, PRIMA DELLA COLLAZIONE, DILUITA IN ¼ BICCHIERE DÌ ACQUA E BEVUTO SORSEGGIANDO, ENTRO 15 MINUTI DOSE CHIODI DÌ GAROFANO, DURANTE IL PASTO 3 VOLTE AL GIORNO

CAPSULE

DOSE ASSENZIO,  A STOMACO VUOTO, PRIMA DELLA CENA

CAPSULE

 1 1 VOLTA/SETT. 2 CUCCHIAINI DILUITI IN 1/4 BICCHIERE DÌ ACQUA 1 1 1

1 ALLA COLLAZIONE, 1 AL PRANZO, 1 ALLA CENA

1
 2   2 2 2 1
 3   3 3 3 2
 4   3 3 3 2
 5   3 3 3 3

Continua la lettura di Cura antiparassitaria Hulda Clark, per i bambini.

Affamare i parassiti!

Affamare i parassiti.

Per riuscire ad affamare i parassiti, lavatevi le mani, sempre molto bene, perché altrimenti potreste mangiarne un po’ di “parassiti” presenti sule mani sporche. Questo naturalmente accade ad ogni membro della famiglia. Mangiare la polvere dal tavolo, inalarla e mangiarla dalle superfici pulite con la spugna da cucina, succede a tutti e ognuno “prende” il raffreddore. Se cercate l’Adenovirus, però, nel campione di polvere non lo troverete! Allo stesso modo, potete cercare gli acari nella polvere di casa. Non troverete l’Adenovirus al di fuori del vostro campione dell’acaro. Ma perché no? Probabilmente è troppo debole; deve moltiplicarsi e creare un coro forte prima che voi siate in grado di sentirlo. Ma si moltiplicherà di certo, se gli viene data la possibilità, dentro di voi se avete mangiato o inalato della polvere. In seguito le uova della tenia si schiuderanno dando luogo allo stadio del cisticerco, che prontamente arriverà al fegato. A volte raggiunge anche altri organi, come i muscoli, la milza, il pancreas. Presumibilmente il fegato è stato quello che all’inizio lo ha diviso dal sangue.
Presto farete loro lo zapping ovunque saranno. Magari lo hanno solo gli organi respiratori; magari iniziano a replicarsi nell’organo dove emergono, come il fegato e poi arrivano al tratto respiratorio.
Gli acari vengono inalati o inghiottiti o entrambe le cose, proprio come le uova delle tenie. Si trovano sulla spugna della cucina e in qualsiasi cibo o piatto che rimanga scoperto da qualche parte in casa, nel mangiare che sta nel forno, non nel frigo.

Non bevete mai l’acqua da un bicchiere che “è stato fuori” tutto il giorno.

I muscoli malati prenderanno dentro di sé il nuovo arrivato, e gli permetteranno di sopravvivere insieme ai parassiti e agli inquinanti che si trovano già lì. Evidentemente il potere immunitario nei punti malati è molto basso.

Così come le persone hanno bisogno di vitamine nel loro cibo, allo stesso modo anche i parassiti hanno bisogno di cose molto specifiche. Le farfalle monarca hanno bisogno di piante del genere Asclepias per le loro larve. Altre farfalle hanno bisogno di piante della famiglia dei cavoli. Fortunatamente le larve dei parassiti Fasciolopsis hanno bisogno di cipolle. Quando le loro riserve di cipolla vengono digerite ed eliminate con enormi quantità di enzimi digestivi, le larve spariscono. In pochi giorni metà delle larve spariscono. Evitare strettamente cibi che contengono sostanze simili a quelle contenute nella cipolla (solfuro di diallile, solfuro di allile, solfuro di metil-allile) elimina anche le larve. Un piccolo deposito di cipolla rimarrà all’interno dei tumori e nell’organo che ha la maggiore attrazione per la cipolla: il medulla plus lpF. Tale sito sembra essere l’interstizio tra il midollo e la base del cervelletto sulla parte destra. La cipolla sembra avere un tropismo per il midollo e così anche il F. buski. Se la riserva di cipolla si trova sul lato sinistro del midollo, allora anche il F. buski vi si troverà. Se si trova sul lato destro anche il F. buski sarà lì. Ma le patologie si manifesteranno sul lato opposto del corpo: il cancro alla mammella destra, al polmone destro o al rene destro significano che il F. buski e il suo deposito di cipolla saranno sulla sinistra del midollo. Il ruolo del midollo è ancora da chiarire.

Questi sono i tre alimenti chiave per i tre parassiti che danno inizio al nucleo tumorale:

+Strongyloides – patate;

strongyloide

+ fasciola epatica – avena;

+ fasciola del pancreas – limoni e oli alimentari.

fasciola

Nei malati di cancro il syncrometer rileva molti oli alimentari distribuiti in minuscoli depositi e perfino nelle loro urine. Tali oli sono probabilmente essenziali nella dieta, ma in effetti sembrerebbe che i malati di cancro ne mangino più di quanto sono capaci di digerirne. Certamente, il malato dovrebbe esaurire le sue scorte di olio prima di mangiarne altro. Eliminare oli alimentari, patate, limoni e avena ci fornirebbe la maniera più veloce per eliminare i parassiti dalla catena di eventi che porta al cancro. In futuro si potrà poi tornare a mangiare piccole quantità di questi alimenti che saranno completamente digeriti e che non saranno, allora, a disposizione dei parassiti.

Sulla base di queste indicazioni dovrebbe essere possibile prevenire insorgere di qualsiasi nuova forma di cancro e liberarsi di questo rischio per tutta la famiglia, eliminando i parassiti.

Bagno depurativo

Riempite la vasca di acqua calda e aggiungete qualche cucchiaio di Sali inglesi –solfato di magnesio- in polvere, agitate un poco l’acqua con la mano per far disciogliere i sali. Immergetevi per circa 15 minuti e risciacquate tutto il corpo con acqua corrente tiepida prima di uscire ed asciugarvi. Con questo semplice e piacevole gesto avrete aiutato il vostro corpo a disintossicarsi!

Non bisogna dimenticarsi che l’apparato tegumentario, composto da pelle, peli, unghie e capelli è estremamente vasto ed è la barriera che protegge il nostro organismo dall’ambiente esterno, per questo motivo è bene mantenerlo in ottimo stato e ripulirlo periodicamente dall’inquinamento.

Fonte: “La cura di tutte le malattie” di Hulda CLark

da vedere:https://www.youtube.com/watch?v=JkeV0QekfK8

P:S. La salvia aiuta ad eliminare l’olio.

Pulizia dei reni.

Pulizia dei reni.

reni

Secondo la dott. Clark Hulda la cura disintossicante, risolutiva in caso di malattie, inizia con la cura antiparassitaria, poi la pulizia dei reni, la pulizia del colon e finalmente pulizia del fegato. Nel primo anno si farà ogni 6 mesi, e il mantenimento antiparassitario, ogni settimana, con la pulizia del fegato almeno 2 volte al anno. Poi basterebbe 1 volta al anno, se non sono malattie croniche. La pulizia dei reni aiuta a dissolvere calcoli renali anche in poche settimane.

Dopo tutte le mie ricerche e cure fate, sono arrivata alla conclusione che è la cura più appropriata per avere uno stato di salute buono! Ho messo la tabella per facilitare l’assunzione dei prodotti, nel corso della giornata. Stampata e attaccata sul frigo, ci ricorda che dobbiamo fare.

Ho paragonato la sua cura  disintossicante, alla pulizia del medio dove abitiamo. Il nostro corpo è la nostra casa. Se stiamo per, esempio nella casa per 40 anni senza pulirla, come sarà?

Immaginativi i nostri organi interni quanti depositi hanno accumulato, che gli impedisce di svolgere il loro perfetto lavoro. Una volta pulito, basta una dieta giusta, positività, contatto con la natura e la vita sarà stupenda!

Le infezioni al tratto urinario, tra cui la vescica, i reni e le infezioni all’uretra, sono più semplici da risolvere che da scoprire. Iniziate bevendo circa due litri d’acqua al giorno. Seguite la ricetta alle erbe per la pulizia dei reni. Questo dissolverà i piccoli cristalli dove i batteri si nascondono e si moltiplicano.

PULIZIA DEI RENI

PERIODO DI TEMPO TISANA Dì RADICI DÌ ORTENSIA,REGINA DEI PRATI,RADICE DÌ ALTEA,(O ALLA SCELTA DEL FITOTERAPISTA) TISANA DÌ PREZZEMOLO CAPSULE DÌ ZENZERO(MENTRE SI MANGIA) 3 VOLTE AL GG.300 mg, o in polvere con acqua tiepida CAPSULE UVA URSINA VITAMINA B6250mg o vitamina B totale CAPSULE OSSIDO Dì MAGNESIO 300mg, o cloruro di magnesio
1 SETTIMANA UNA TAZZA (250-500 mi) AL GIORNO, IN VARIE DOSE, PER TUTTA LA GIORNATA 111 MATTINA 1 PRANZO 1 CENA   2 A COLAZIONE1  A CENA 1 AL GIORNO 1 AL GIORNO
2 1 111 1 C. 2 C. 1 1
3 1 111 1C. 2 C. 1 1
4 1 111 1C. 1C. 1 1
5 1 111 1C. 1C. 1 1
6 1 111 1C. 1C. 1 1

Pulizia dei reni

1/2 tazza di radice di ortensia essiccata 1/2 tazza di radice di Regina dei prati 1/2 tazza di radice di altea, o coda cavallina, gambi di ciliegio, barba di mais, verga d’oro..la scelta e vasta, consultate erborista di fiducia.

Mazzetti di prezzemolo fresco.

Capsule di zenzero Capsule di uva ursina.

Concentrato di ciliegia nera, 250 grammi Vitamina B6, 250 mg. o vitamina B totale.

Tavolette di ossido di magnesio, 300 mg. o cloruro di magnesio.

Misurate 1/4 di tazza di ogni radice e mettetele a mollo insieme in 10 tazze il acqua fredda del rubinetto, usando un contenitore non di metallo ed un coperchio non di metallo. Dopo quattro ore (oppure il giorno dopo) aggiungete 225 g. di concentrato di ciliegia nera, riscaldate fino ad ebollizione e lasciate a quella temperatura per 20 minuti. Bevetene 1/4 di tazza appena sarà sufficientemente freddo. Versalo il resto attraverso un colino di bambù in un barattolo da mezzo litro sterile di vetro e in vari contenitori da freezer. Lasciate il barattolo di vetro in frigorifero. Si può fare anche senza concentrato di ciliege.

Bollite il prezzemolo fresco, dopo averlo risciacquato, in un litro d’acqua per 5 minuti. Bevetene 1/4 di tazza quando sarà sufficientemente freddo. Raffreddatene un mezzo litro e surgelatene un altro mezzo litro. Gettate via il prezzemolo.

Dose: ogni mattina, versate 3/4 di tazza del composto di radici e 1/2 tazza di acqua al prezzemolo, riempiendo una tazza grande. Bevete questo composto in varie dosi durante tutta la giornata. Conservatelo in luogo fresco. Per risultati migliori è raccomandato di preparare la tisana fresca con erbe fresche.

Dovete fare la pulizia dei reni per sei settimane per ottenere buoni risultati, più a lungo per i problemi gravi.

Prendete anche:

Capsule di zenzero: una ad ogni pasto (3 al giorno)

Capsule di uva ursina: una a colazione e due a cena

Vitamina B6 (250 mg.): una al giorno o B totale.

Ossido di magnesio (300 mg.): una al giorno o cloruro di magnesio, una tazzina al giorno.

Prendete questi integratori proprio prima del pasto per evitare di ruttare.

Alcuni avvertimenti su questa ricetta: questo tè alle erbe, come il prezzemolo può andare a male facilmente. Si può congelare nei bicchieri di plastica e mettere uno, ogni volta che si prepara la tisana.

Quando ordinate le erbe, state attenti!  Queste radici devono avere un profumo forte. Se quelle che acquistate hanno un profumo appena percettibile, significa che hanno perso i loro ingredienti attivi, andate a rifornirvi da un’altra parte. Le radici fresche sono migliori.

radice ortensia

Secondo la dottoressa Hulda Clark. 

Cura antiparassitaria Hulda Clark.

nematodi dei pesciCura antiparassitaria Hulda Clark. Guardate questo filmato: http://youtu.be/0RQ4-Q7V5PM parassiti nel uomo

IL  MODO RAPIDO.

PER QUELLI CHE NON SONO A CASA DÌ GIORNO, SI PUÒ’ FARE LA CURA PER 14 GIORNI.

LA MATTINA SI PRENDONO: 2 CUCCHIAINI DI TINTURA DILUITI IN 1/4 BICCHIERE CON ACQUA, CHE SI BEVE ENTRO 15 MINUTI, DOPO 5 MINUTI 7 CAPSULE D’ASSENZIO (da 200-300 mg.) E DOPO ALTRI 5 MINUTI 9 CAPSULE DI CHIODI DI GAROFANO( da 500 mg.). O SE QUALCUNO E’SENSIBILE ALLO STOMACO, SI POSSONO DIVIDERE IN 3, DOPO LA COLAZIONE SI PRENDONO 3, DOPO IL PRANZO 3 E DOPO LA CENA 3.

LONTANO 2 ORE DAI PASTI SI DEVE PRENDERE ORNITINA (PRIMA DI ANDARE A LETTO) ED ARGININA( ALLE 10, LONTANO PASTI 1 ORA E DOPO MEDICINALI 2 ORE), PER TUTTO IL PERIODO DELLA CURA, PER AIUTARE IL FEGATO A ELIMINARE L’AZOTO PRODOTTO, PER LA MORTE DEI PARASSITI.
Continua la lettura di Cura antiparassitaria Hulda Clark.

SEI ESENTE DAI PARASSITI?

Larva migrans infection

SEI ESENTE DAI PARASSITI?

 HULDA R. CLARK

Molti medici ritengono che i parassiti rappresentino la singola causa di malattia non diagnosticata, altri sono fermamente convinti che il problema riguarda esclusivamente il Terzo mondo, nonostante le molteplicità di chiari   segnali che indicano la quasi generalizzata diffusione nelle persone in tutti i paesi del mondo; per vedere se sei essente dai parassiti non dovresti avere: Continua la lettura di SEI ESENTE DAI PARASSITI?