Archivi tag: pulizia del fegato

Il nonno guarito e la pulizia del fegato, fatta dai amici

Il nonno guarito e la pulizia del fegato, fatta dai amici

pulizia del fegato Lili
Meta del calcolo rimanente nel fegato

Liliana F. 28 anni, molto bella e con problemi di colesterolo, purtroppo, un anno prima di fare la cura Hulda Clark, ha subito un intervento di cole-cistectomia a 27 anni, perché il calcolo presente nel suo fegato si è spezzato ed immigrato nella cistifellea. Quello che si vede nel immagine

è la parte rimanente dal calcolo rotto, rimasto nel fegato. La parte rimanente emigrata nella cistifellee, è stata eliminata con la cole- cistectomia.. Ha fatto le prime pulizie a due settimana, una dal altra. In seguito ha perso 5 kg. del peso corporeo.

pulizia del fegato1
Colesterolo eliminate nelle prime 2 pulizie del fegato

Poi ha continuato la cura antiparassitaria, di mantenimento, una volta alla settimana, facendo per altre 5 mesi pulizia del fegato, una volta al mese, nei periodi della luna calante. Trascorsi sei mesi ha ripreso la cura completa della dottoressa Hulda Clark: ANTIPARASSITARIA, RENALE, COLON, continuando a pulire il fegato, mensilmente per altre sei mesi. Questa è la soluzione, quando si hanno già problemi di salute croniche. Esempio: emorroidi, tiroide, pressione alta, colesterolo alto, dolori, disfunzioni ormonali, ecc.

Vedi:  http://www.irimedidinonnaadi.com/pulizia-del-fegato/

La sorella di Liliana,  una bellissima ragazza, con problemi d’insonnia, ed altro, faceva una cura antidepressiva, che non gli portava nessuno beneficio. Dopo un esame di bio risonanza quantica, che funziona usando elettromagnetismo delle cellule con l’aiuto di un sensore, che dà indicazioni a livello cellulare su quello che abbiamo o possiamo sviluppare nel tempo, ha fatto solo una volta la pulizia del fegato dopo la cura disintossicante, ed si è sentita meglio, eliminando qualunque altra cura. Lei ha eliminato quello che si vede nel immagine.antiparassitaria Ilaria

Il suo problema, dal aspetto dei calcoli, era la “pigrizia” della cistifellee. Uso dei enzimi digestivi e ripristino dei sali minerali mancanti, hanno eliminato completamente i suoi problemi.

antiparassitaria Ilaria

 

 

 

 

 

 

 

Nonno prima sella cura

Ma la gioia più grande fu il loro nonno!

Un simpaticissimo 86 anni, Paolantoni Igino, operato sei volte alla testa, con trapianto di pelle in seguito, dopo l’eliminazione dei tessuti necrotizzati. Purtroppo ogni volta fatto l’intervento aveva il rigetto della pelle, e doveva andare al ospedale ogni giorno, ad rimuovere la pelle necrotizzata.

Era arrivato a non potere più dormire per i dolori. In un giorno, una persona che per una vita ha fatto tutto che diceva il medico allopata, ha cercato un’altra soluzione nella medicina alternativa, che è molto più vecchia, intorno a sei mille anni.

nonno adesso guarito
Nonno mentre faceva la cura

Cosi con olio d’iperico, il piccolo biter svedese, preparate da me, ha iniziato una cura locale, topica. Prendeva solo il collagene che, mancava. In qualche mese la pelle e i capelli sono cresciuti da soli. Vi faccio vedere delle foto del andamento della sua guarigione. Qui dopo 2 gg. di cura.In conclusione, meglio prevenire che curare!

Vedi consigli di Moritz: https://youtu.be/WiVxlMf2-sc

Ripristinare la salute con antiparassitaria e la pulizia del fegato.

antiparassitaria e la pulizia del fegato, ripristinano la salute.

 Dopo anni di ricerche e prove di “pulire” il mio corpo, dentro, finalmente sono arrivata! Niente è stato per caso e tutto veniva nel momento giusto! Continua la lettura di Ripristinare la salute con antiparassitaria e la pulizia del fegato.

Mal di gambe.

Mal di gambe nei bambini

Dolori-alle-gambe-nel-bambino

Viene accettato come normale (!) che i bambini abbiano male alla cresta tibiale o al polpaccio. Questi dolori vengono addirittura denominati “dolori della crescita”. I bambini piangono a volte dal male e non dicono a nessuno la ragione per cui stanno piangendo. Accade di solito appena si svegliano. Questo potrebbe essere provocato da crampi alla gamba o da spasmi dei vasi sanguigni. Una delle cause comuni ad entrambi questi dolori è la tossicità del piombo. Eseguite un test per determinare la presenza sia di piombo sia di cadmio nell’acqua corrente. L’unica cosa che vi può aiutare in questo caso sono proprio i test elettronici. L’azienda che si occupa della distribuzione dell’acqua esegue dei test troppo grossolani a questo riguardo. Se trovate uno qualsiasi dei due veleni, fate un test all’all’acqua corrente di ogni rubinetto di casa, di mattina, prima che vengano aperti. Trovate le fonti del problema e cambiate le tubature sostituendole con altre in PVC.

Inoltre cercate tracce di tallio o tracce di mercurio nella saliva del vostro bambino. Se le trovate, fategli sostituire tutte le otturazioni a base di metallo. Smettete di utilizzare i pannolini commerciali, il filo interdentale, i cottone fioco e le garze. Sono tutti inquinati da mercurio e tallio che derivano probabilmente dal processo produttivo che si svolge in paesi dove è legale sterilizzare con il cloruro di mercurio. Ripetete il test varie volte dopo aver sostituito le otturazioni dentali o le tubature.

Per placare il mal di gambe: immergetele in acqua calda e sale grosso, massaggiatele dolcemente, somministrate 25-50 mg. di niacina, non di quella a rilascio graduale, per dilatare i vasi sanguigni.

Mal di gambe negli adulti

mal di gambe

 Il mal di gambe negli adulti viene solitamente associato alla presenza di cadmio o tallio. Il cadmio probabilmente si trova nell’acqua corrente che passa attraverso le tubature galvanizzate. È forse un agente contaminante dello zinco, utilizzato nel processo di galvanizzazione. Fate il test elettronico per cercare tracce di cadmio nell’acqua. Se avete tutte le tubature di rame ma trovate ugualmente del cadmio nell’acqua, ci deve essere un pezzo anche piccolo (uno di quelli che servono per unire due tubi, a forma di Y oppure di T) di materiale galvanizzato che si nasconde da qualche parte. Trovatelo facendo il test dell’acqua di tutti i rubinetti.

Il cadmio provoca lo spasmo dei vasi sanguigni e la situazione peggiora nel caso dei fumatori, che è anche la ragione per cui questo disturbo viene spesso detto la gamba del fumatore. Ma un dolore particolarmente intenso alle gambe e dovuto ad un inquinamento cronico da tallio, più che a qualsiasi altra causa! (alla fine della cura disintossicante da fare antiossidanti Nu Skin).

E molto importante sapere esattamente qual è la tossicità del tallio. Da dove lo prendiamo questo tallio? Proprio dalla nostra bocca! Le ottura­zioni a base di mercurio sono spesso esse stesse inquinate dal tallio! Fatele sosti­tuire da otturazioni a base di composito. Il tallio ha un’altra fonte: è presente come agente inquinante nei cotton fioco, nel cotone idrofilo, nei cerotti, negli stuzzicadenti, nel filo interdentale, nelle garze, negli assorbenti igienici, in quelli interni, nei pannolini e nei tovaglioli di carta. Evidentemente tutti questi prodotti vengono sterilizzati con il cloruro di mercurio il quale a sua volta è inquinato dal tallio.

Ricoprite i pannolini con un pezzo dì tessuto.

Ricoprite gli assorbenti igienici con un pezzo di tessuto.

Utilizzate il batuffolo di poliestere contenuto nelle bottigliette di vitami­ne al posto del cotone idrofilo. Attorcigliatene un po’ intorno ad un bastoncino di plastica per ottenere un cotton fioco.

Utilizzate pezzetti di tessuto e nastro adesivo protettivo per le medicazioni.

Se c’è del tallio nei vostri globuli bianchi e non avete utilizzato stuzzicadenti quel giorno, allora deriva dalle otturazioni dentali e di conseguenza la vostra priorità sarà quella di farvele sostituire. Trovate immedia­tamente un dentista che ve le sostituisca, trapanando in profondità e in ampiezza per non lasciarsene scap­pare neanche una puntina, riuscendo in questo modo a liberarvi anche del tallio. Non potete curare il dolo­re alle gambe se non rimuovete il tallio.

Protocollo per il dolore alle gambe

1. Smettete di fumare.

2. Riparate le tubature.

3. Fate una pulizia dentale e fatevi chelate il mercurio e il tallio presenti nei vostri tessuti con TEDTA (acido dietilendiaminotetracetico) (vedi Fonti). Avrete bisogno di tro­vare un dottore che si occupi di delazione; chiedete ad un chiropratico amico di aiutarvi a trovarne uno. Oppure prendete dell’acido tioctico, 100 mg. (2 o 3 volte al giorno) e della vitamina C (5 g. o un cucchiaino) al giorno per un mese.

4. Prendete dell’ossido di magnesio, 300 mg. (1 tavoletta due volte al giorno).

5. Prendete la niacina, tutta quella che riuscite a tollerare – le varietà che vengono rilasciate gradualmente sono meno efficaci. Provate con 50 mg. ad ogni pasto.

6. Cambiate la vostra alimentazione per ridurre i fosfati.

7. Fate la pulizia dei reni a base di erbe seguita dalla pulizia del fegato.

8. Fatevi lo zapping a giorni alterni prima di andare a dormire. Se questo zapping non riesce a produrre alcun miglioramento, il vostro problema è semplicemente un problema di spasmi. Ma se ottenete un qualsivoglia sollievo, anche se dura poco, dovete essere riusciti ad uccidere qualcosa. I batteri devono venire da qualche parte. Concentrate i vostri sforzi sulla salute dentale e su una migliore alimentazione. La Chelazione è un trattamento che permette di ossigenare il sangue e eliminare l’accumulo di tossine derivanti da metalli pesanti. Sono anche altri metodi, l’uso dello zeolit, o antiossidanti.

 

Pulizia del fegato.

Pulizia del fegato.

Il fegato è pieno di tubi (i tubi biliari) che consegnano la bile ad un tubo più largo (il tubo biliare comune-coledoco). La vescica biliare è attaccata al dotto biliare comune e funge da magazzino di riserva. Quando si mangiano dei grassi o delle proteine la vescica biliare si svuoterà dopo circa venti minuti e la bile immagazzinata in essa terminerà il suo viaggio alla fine del dotto biliare nell’intestino Continua la lettura di Pulizia del fegato.