Sodio / potassio l’importanza del rapporto per il cuore.

Sodio/ potassio l’importanza del rapporto  per il cuore.

Il sale è stato, ingiustamente accusato, come i grassi. Come i grassi fanno bene alla salute, a condizione che fanno parte dalla categoria dei grassi sani, altrimenti possono causare problemi, come accade con il sale. Si dice che i dettagli fanno la differenza, e questo è vero per sale e grassi.

Il sale fornisce due elementi – sodio e clorurotutte due essenziali per la vita. Il corpo non può produrre questi elementi, allora devono essere ottenuti dal cibo. Ma non tutto il sale ha le stesse qualità.

Il sale naturale, dalla miniera di sale, o di Himalaya contiene cloruro di sodio 84% (di quale meno del 37% è sodio puro).Il restante 16% sono oligominerale naturali, come silicio, fosforo e vanadio. Il sale lavorato contiene 97,5% di cloruro di sodio (di cui oltre il 39% è di sodio). Il resto contengono materiali sintetici come assorbimento d’umidità, e ante-aggreganti, come ferrocianuro e allumino-silicato. Oltre il cambio del contenuto nutrizionale, con la lavorazione cambia drasticamente la struttura chimica del sale.sale-rosa-dellhimalaya

Restrizioni utile e il consumo inutile di sale.

In molti paesi sviluppati il sale è considerata la causa principale di aumento della pressione sanguigna e malattie cardiache. Secondo uno studio presentato lo scorso anno al meeting dell’American Heart Association, un eccessivo consumo di sale ha contribuito alla morte di 2,3 milioni individui, per malattie cardiache in tutto il mondo nel 2010. E ‘comunque importante notare che le fonti di sale per la maggior parte degli occidentali sono sale da tavola e prodotti alimentari trasformati – sale naturale non trattato di menoQuesto influenza l’effetto del sale sulla salute, allo stesso modo in cui gli alimenti trasformati e grassi trans hanno dimostrato di essere colpevole di eventuali effetti negativi sulla salute, motivi di cui sopra (ed erroneamente) danno la colpa anche ai grassi sani e naturali.

Attualmente nei paesi occidentali gli standard delle linee guida, limitano l’assunzione di sale tra 1,5 e 2,4 grammi di sodio al giorno, la quantità che varia da un paese a un altro. L’American Heart Association, per esempio, raccomanda un massimo di 1,5 grammi. 

Come punto di riferimento, un cucchiaino di sale da tavola contiene circa 2,3 grammi di sodio. Secondo alcune stime, gli occidentali consumano circa 4 grammi di sodio al giorno, una quantità considerata troppo elevata a lungo tempo, per la salute del cuore.

Studi recenti, tuttavia, ampiamente pubblicati, dimostrano che anche un bassissimo consumo di sale è pericoloso per la salute. Inoltre, la proporzione di sodio e potassio sembra essere determinante per stabilire quando il sale è utile o dannoso, per la saluteE il consumo minore di sale può aumentare la pressione sanguigna, hanno mostrato i ricercatori.

Uno studio osservazionale condotto in quattro anni (studio prospettico epidemiologico città e campagna (PURE)), che comprendeva più di 100.000 persone in 17 paesi, ha dimostrato che un consumo alto di sodio è legato ad una crescita della pressione arteriosa, il potassio neutralizzare gli effetti negativi.

I risultati sono stati pubblicati in due articoli: L’associazione fra il sodio nelle urine e la perdita di potassio e la pressione” e Sodio nelle urine e la perdita di sodio, la mortalità e gli eventi cardiovascolari.

In questo studio, quelli con il più basso rischio di problemi cardiaci, o di morte per qualsiasi causa, consumavano tra 3 e 6 grammi di sodio al giorno – oltre i limiti raccomandati.Non solo mangiare più di 6 grammi al giorno aumenta il rischio di malattie cardiache, ma anche mangiare meno di 3 grammi al giorno. In conclusione, anche se è un’associazione tra sodio e la tensione non è lineare. Come indicato nella Associated Press:

“Questi sono le migliori informazioni fino ad oggi”, ha detto il Dott. Brian Strom nel‘ultimo studio. Strom, il presidente in scienze Biomediche e Scienze della Salute presso la Rutgers, ha condotto una commissione al Istituto di Medicina lo scorso anno che ha concluso che non sono prove sufficienti per raccomandare un basso contenuto di sodio, in alimentazione

” Troppo sodio è male. Troppo poco è anche un male, ma solo il sale non importa “.Strom ha detto.”Ciò che conta è la moderazione.

Gli autori propongono un approccio diverso;invece di raccomandare la riduzione del consumo di sale, sarebbe saggio raccomandare aumentando l’assunzione di potassio nella dieta. Questo comporterebbe benefici per la salute pubblica, tra cui l’abbassamento della pressione sanguigna.

Fonte:

1 Authoritynutrition.com Salt Comparisons

2 About.com Chemistry Sodium Chloride

3 Authoritynutrition.com Salt Comparisons

4 About.com Chemistry Sodium Chloride

5 Bloomberg March 21, 2013

6 About.com Chemistry Sodium Chloride

Un commento su “Sodio / potassio l’importanza del rapporto per il cuore.”

  1. e penso sia saggio raccomandare un giusto consumo di potassio. perche con la alimentazione predefinita da metodi industriali di raffinazione, brillatura, centrifugazione, alte temperature e tutte le diavolerie a cui sono sottoposti inostri poveri alimenti, puo impoverire gli stessi di potassio. mentre il sale noi lo aggiungiamo e lo vediamo, non altrattanto possiamo fare col potassio. quindi avanti con cibi non violentati, crudi o che riescono a conservare il potassio ( frutta a guscio, frutta fresca, pesce azzurro, ma anche i derivati del pomodoro cosi dicono ecc ecc).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.