Tutti gli articoli di Adriana

Motto Schietta, decisa, amorevole e presente al bisogno! Mi presento Era una domenica di primavera, molto nevosa, il sette marzo di mille novecento cinquanta quattro. La signora Elisabeta, aveva le doglie della nascita, e dopo il pranzo, la ricoverarono nell'ospedale della cita, dove suo marito fu mandato dall'Accademia militare, a prestare servizio nella caserma,locale. Lui in attesa scriveva sul un quaderno:” dai, dai, signora…un maschio, dai, dai signora che bel maschio..e cosi finché si fecero le 12 di notte. Al sesto cucù del orologio, veni fuori, finalmente, il suo primo genito, Adriana, che stava dormendo, e non voleva venire fuori. Per farla piangere hanno dovuto pizzicarla. Dato che non era un maschio, suo padre Adrian la chiamò, Adriana! Da quel momento il suo più grande amore fu sua figlia! Dopo 2 anni arrivo anche il maschietto, che segui la carriera militare come suo padre. Adriana si laureo in ingegneria meccanica, specialità saldatura, ma la vita la porto sulle terre di un altro paese, che subito divento il suo. Quando suo padre, per un banale sbalzo di pressione, rimane paralizzato, inizio a leggere i libri di medicina allopatica per aiutarlo..ma non fu sufficiente. Lui se ne andò, a sessanta quattro anni, con il suo dolce sorriso e un cuore senza confini! Adriana, essendo lontana, non riuscì a dare un ultimo bacio al suo grande Papa, che non le rifiuto nulla in tutta la sua vita! Il senso di colpa la segui per tanti anni, finché capi che non era cosi. Quando sua madre era molto malata e i medici non riuscivano a capire, il perché, lei si messe a studiare: per tutte le notti la medicina allopatica, usando enciclopedia medica, libri di medicina, fitoterapia, riflessologia.. e .tutto quello che trovava. Cosi riuscì ad aiutarla, capendo la causa dei suoi mali e andando ai giusti specialisti. Dopo il ricoverò in ospedale, fatto per la sua insistenza, ad un medico di guardia, gli fecero la ricostruzione del coledoco, perché in seguito al’indagine endoscopica, hanno provocato una pancreatite acuta emorragica. Si ricovero con la madre per 40 giorni, ed ebbe la fortuna di avere un grande chirurgo, dott. Mazzitelli Riccardo, che vive per il suo mestiere e ha salvato e salva migliaia di vite! Pian, piano la necessità si trasformo in hobby, e frattempo la possibilità di avere più informazioni arrivo con l’acceso a internet. Mamma Elisabeta fece 16 interventi di chirurgia nella sua vita, e fu operata anche alla testa di un grosso meningioma. La sua cirrosi epatica (virus A, virus B, virus C. genotipo 1 B) entro nell'ibernazione permanente e per la prima volta nella sua vita, le caviglie non si gonfiano più! Cosi ai suoi ottant'anni compiuti, il cinque giugno del 2013, la trovano in uno stato di salute migliore! Adesso tutto è molto chiaro, e il mio enorme piacere è: essere utile a chi ha bisogno, e a chi chiede aiuto, nel capire perché sta male, con l'esperienza e le conoscenze raccolte nei anni! A trenta tre anni per una diagnosi sbagliata, e un anestesia locale, che non potevo fare, essendo portatrice sana di favismo (scoperto da poco) ebbi l’esperienza della morte clinica, che contribuì a capire il mio tragitto in questa vita. Il mio cuore piange quando vede la sofferenza... Con tutto il mio amore ai miei lettori! Imprese memorabili La mia morte clinica e la natura

Cura antiparassitaria per gli animali.

Cura antiparassitaria per animali domestici

Cura antiparassitaria per animali domestici.

Gli animali domestici hanno gli stessi parassiti che abbiamo noi, inclusi gli Ascaridi (nematodi comuni), i vermi nematodi uncinati, la Trichinella, gli Strongiloidi, il verme cardiaco e vari tipi di tenie. Ogni animale domestico, che vive in casa deve essere liberato dai parassiti e seguire un programma di mantenimento antiparassitario.

Il viaggio mensile dal veterinario non è sufficiente.

Magari non avete bisogno di liberarvi dal vostro animale per mantenervi liberi dai parassiti. Ma se siete malati sarebbe meglio affidarlo ad un amico finché non starete meglio. Il vostro animale domestico è parte della vostra famiglia e deve essere mantenuto pulito e in salute quanto voi.  Per questo è necessario fargli fare la cura antiparassitaria per animali. Non si tratta di una cosa difficile da fare.

Ecco la ricetta della cura antiparassitaria per animali:

  1. Acqua al prezzemolo: bollite un bel mazzo di prezzemolo fresco in un litro d’acqua per 3 minuti. Gettate via il prezzemolo. Dopo che si sarà raffreddata, potete congelarne la maggior parte in vari contenitori con capienza di una tazza l’uno. Questo sarà il quantitativo necessario per un mese. Mettete un cucchiaino di acqua nel cibo dell’animale. Non sarà necessario che controlliate se l’animale la mangia tutta. Una qualsiasi dose sarà soddisfacente.

Tutte le dosi della cura antiparassitaria per i animali

Fanno riferimento, su un animale di 5 kg, sia esso gatto o cane. Raddoppiatele per un animale di 10 kg. e così via. Gli animali domestici sono talmente pieni di parassiti, che dovrete stare piuttosto attenti a non liberarli da essi troppo velocemente. L’obiettivo della cura antiparassitaria per animali, e  dell’acqua al prezzemolo, è di mantenere i reni in salute. In modo che funzionino bene, e che i rifiuti dei parassiti morti vengano eliminati prontamente. Di solito gli animali apprezzano molto l’acqua al prezzemolo. Magari si rendono conto del beneficio che porta loro. Somministratela per una settimana prima di iniziare con la tintura di guscio di noce nera.

Tintura di guscio di noce nera (normale)

Si dovrebbe mettere una goccia di tintura di noce, nel cibo. Non forzate l’animale a mangiarla. Fate molta attenzione alla somministrazione. Trattate i gatti solo due volte alla settimana.

Trattate i cani tutti i giorni, per esempio un cane di 15 kg prenderà 3 gocce al giorno (ma gradatamente, aumentando di una goccia al giorno). Non usate la tintura extra forte.

Se il vostro animale vomita

Oppure ha la diarrea, potete aspettarvi di vedere dei vermi. Si tratta di una cosa estremamente infettiva e pericolosa. Non permettete mai ad un bambino di pulire i bisogni di un animale. Iniziate mettendo del sale e dello iodio, sulle feci o sul vomito lasciandolo lì per 5 minuti prima di pulirlo. Pulite anche i bisogni all’aperto allo stesso modo. Infine pulitevi le mani con dell’alcol di grano diluito (diluite 1 parte di alcol con 4 parti di acqua) oppure con la vodka. State attenti a mantenere l’alcol lontano dalla portata dei bambini e non acquistare dell’alcol isopropilico per disinfettare le ferite.

Iniziate con l’assenzio dopo una settimana.

 

 

 

 

Per la cura antiparassitaria dei animali, servono:

Capsule di assenzio: (200-300 mg. di assenzio per capsula) aprite una capsula e mettetene un pizzico il più piccolo possibile nel cibo giornaliero dell’animale. Fatelo per una settimana prima di iniziare con i chiodi di garofano.

Chiodi di garofano

Mettete il pizzico più piccolo che potete  o chiodi  di garofano macinati, nel loro cibo secco. Mantenete questa dose come routine in modo da non dover temere per i vostri animali domestici. Inoltre notate come diventano vivaci e felici.

Procedete lentamente così l’animale potrà imparare a mangiare tutto.

Per riassumere:

Prima settimana: acqua al prezzemolo

Seconda settimana: acqua al prezzemolo e noce nera

Terza settimana: acqua al prezzemolo, noce nera e assenzio

Quarta settimana: acqua al prezzemolo, noce nera, assenzio e chiodi di garofano.

Fonte: Cura di tutte le malattie, autore  Hulda Clark

Sintomi e carenze dei minerali.

Sintomi e carenze dei minerali

Iniziamo con il calcio. Sintomi e carenze dei minerali.

Causa che porta alla mancanza, un alimentazione non giusta,la menopause, malattie intestinali croniche e le vitamine D. K2, magnesio, boro. I sintomi dovuti a queste carenze sono: crampi muscolari, osteoporosi, problemi di coagulazione, ritmo cardiaco alterato. Fa parte da la carenza più frequente fra la popolazione. Continua la lettura di Sintomi e carenze dei minerali.

Enterosgel, grande scoperta russa.

Enterosgel, grande scoperta russa.

Un mio amico rumeno, mi ha portato alla conoscenza uscita di questa fantastica “spugna”,  enterosgel, grande scoperta russa,  in seguito ad approfonditi studi, per usare nella protezione della salute dei loro militari.

enterosgel-grande-scoperta-russa
enterosgel-grande-scoperta-russa

E lo provato come mi ha raccomandato. Vi devo dire che è molto efficiente, e anche altri miei amici con diverse problemi di stomaco, candida..mi hanno ringraziato dopo la cura che hanno fatto.

Continua la lettura di Enterosgel, grande scoperta russa.

La vitamina C, acido ascorbico.

La vitamina C, acido ascorbico .

La vitamina C, acido ascorbico

 

La vitamina C

Come è stata scoperta la vitamina C?

Nel 1912, il biochimico polacco Casimir Funk sviluppò il concetto di vitamine. Tra il 1928 e il 1933, due team indipendenti, costituiti dal ricercatore ungherese Albert Szent György e dal ricercatore americano Joseph L. Sviberly. Da un lato, dei ricercatori americani Charles Glen King e WA Waugh, dall’altro, hanno isolato la vitamina C (acido ascorbico). La natura antiscorbutica del composto viene formalmente riconosciuta nel 1937. Il ricercatore Albert Szent György riceve il premio Nobel per la medicina, per questa scoperta.

Quali sono gli effetti della vitamina C sul nostro corpo

La differenza degli animali, il corpo umano non può sintetizzare la vitamina C, acido ascorbico, da solo, motivo per cui si devono prendere dai integratori. La vitamina C ha molti effetti positivi, anche sulla rigenerazione della pelle. Questo aiuta ad aumentare e rigenerare i tessuti in tutto il corpo, aiutando il corpo a produrre più collagene. Il collagene è una proteina essenziale per la rigenerazione della pelle, il mantenimento di articolazioni, tendini, legamenti, cartilagine e vasi sanguigni.

La vitamina C, acido ascorbico

è anche un potente antiossidante, che impedisce l’azione dei radicali liberi (composti derivanti dai processi di ossidazione, ma anche a seguito del contatto con agenti inquinanti o agenti) sul corpo. L’accumulo di radicali liberi nel corpo è pericoloso nel tempo, in quanto è uno dei fattori che contribuiscono all’invecchiamento, ma anche al verificarsi di malattie cardiovascolari, artrite e cancro.

Abbiamo anche bisogno di vitamina C per sintetizzare i più importanti neurormoni:

Noradrenalina, adrenalina, dopamina, prodotti nel sistema nervoso o nelle ghiandole surrenali. Alcuni squilibri ormonali possono anche indicare una carenza di vitamina C, acido ascorbico, poiché stimola e protegge la ghiandola pituitaria, che secerne gli ormoni responsabili della sessualità, della crescita psichica e della funzione tiroidea.
La vitamina C si trova in alte concentrazioni nel cervello, nei leucociti, negli occhi, nelle ghiandole surrenali, nel fegato, nella tiroide, nella mucosa dell’intestino tenue o nella milza. Hanno concentrazioni di vitamina C da 10 a 50 volte superiori a quelle nel plasma, nei globuli rossi o nella saliva. Pertanto, quando si verifica una carenza di vitamina C, questi sono i primi organi colpiti.

 

Ormone o vitamina la D3

Ormone o vitamina la D3

Una sintesi per una corretta integrazione di Ormone/Vitamina D, tratta da moltissime documentazioni e ricerche dei maggiori esperti mondiali.

 

 

 

1. Ormone vit. D in una persona sana

si dovrebbe attestare su un livello di 60/70 e per raggiungerlo è necessario assumerla OGNI GIORNO.

2. In una persona con malattie autoimmuni

arrivare a 80 è meglio.

Continua la lettura di Ormone o vitamina la D3