Archivi tag: batteri

Eliminare i calcoli biliari.

Eliminare i calcoli biliari.

Per molte persone, tra cui i bambini, i tubi biliari sono pieni di calcoli biliari. Alcuni sviluppano allergie oppure bolle sulla pelle ma altri non hanno alcun sin­tomo. Quando si fa un esame ECO, oppure i raggi X della bile non si vede nulla per­ché questi calcoli non si trovano tipicamente nella vescica biliare. Non solo, la maggior parte sono troppo piccoli e non calcificati, un prerequisito per la visibi­lità con i raggi X. Continua la lettura di Eliminare i calcoli biliari.

Una fetta di cipolla..

Una fetta di cipolla che fa…

In molte culture, si ritiene che i piedi e le mani sono direttamente collegate agli organi interni. Questo perché “meridiani” che attraversano tutto il corpo. Non tutti sono così sicuri di questi meridiani, ma vi assicuro che questi meridiani sono collegati direttamente al sistema nervoso.

Dupa ce Vei Citi Asta, Vei Merge la Culcare cu O Felie de Ceapa in Sosete

Sapevate che i vostri piedi sono circa 7.000 terminazioni nervose che vanno direttamente agli organi interni?  Continua la lettura di Una fetta di cipolla..

Dolori al inguine.

Sistema-linfatico-1Dolori all’inguine

In questo punto sono situati dei linfonodi, allo stesso modo che nelle ascelle e attorno al collo. I linfonodi sono i nostri migliori amici. Sono alveari di attività. I globuli bianchi “si annidano” lì. I linfonodi campionano i fluidi del corpo (linfa) in questi luoghi, proprio come il dipartimento dell’acqua e quello della salute prendono campioni del latte e dell’acqua accertandosi che siano puri e sterili. Naturalmente, non lo sono mai veramente. Ma i globuli bianchi continuano a lavorarci. Sono impegnati nel rimuovere le impurità come lo zirconio e il titanio e come i patogeni, i batteri e i virus. 

Quando una dose particolarmente grande di parassiti o di inquinamento arriva al linfonodo, questo si ingrandisce per riuscire a gestire questo compito più grande del solito.

Questo allargamento può essere sentito. Può premere contro altri organi e voi sentirete il dolore della pressione nell’inguine. Questo vi dovrebbe mettere in guardia, di fronte al pericolo. Uccidete i parassiti e i patogeni immediatamente con il vostro zapper. Iniziate la pulizia dei reni.

Smettete di usare prodotti tossici e di mangiare cibi tossici. Se sarete efficaci i linfonodi inizieranno a rimpicciolirsi dopo pochi giorni, dando sollievo dal dolore all’inguine. Se il dolore non ritorna probabilmente avete eliminato la causa principale. Se invece ritorna cercate di diagnosticarla accuratamente. Fate il test per l’HIV e l’AIDS, per la saliva dei vostri animali domestici, per i latticini e per altri campioni di malattie.

Smettete di infettarvi da contatti con altre persone o animali o dai prodotti derivati dal latte. Aiutate il vostro corpo pulendo gli strumenti per l’igiene dentale quotidiana e l’ambiente. Controllate tutti gli integratori cercando le tossine prima di utilizzarli tutti i giorni. (Se compaiono tossine nei vostri globuli bianchi dopo pochi minuti dall’assunzione, significa che sono contenute proprio negli integratori). Se il vostro dolore all’inguine non scompare, probabilmente vi è sfuggito qualcosa!

  • Sistema linfatico: il ruolo della linfa nella depurazione dei tessuti, gli organi coinvolti nella sua circolazione e filtrazione, la regolazione dell’equilibrio idrico dell’intero organismo, il rapporto con il sistema immunitario.

Ci sono altre cause del dolore all’inguine, comunque, come l’ernia. Un dottore vi aiuterà ad identificarla. Fatevela curare chirurgicamente. Il Shouldice Hospital, in Canada, ha le migliori statistiche di operazioni riuscite e ve le mostrerà! Là non vi servirà neppure l’anestesia totale.

Spesso vicino all’inguine si sente un dolore proveniente dalle ovaie. A volte ci può essere una ciste di grandi dimensioni nell’ovaia ché preme sugli organi sensibili che vi si trovano vicini. La formazione di cisti, cisti ovariche, è una condizione abbastanza diffusa nei gatti. Ovviamente ciò significa che c’è qualcosa che non va nelle ovaie.

Le ovaie producono ormoni: progesterone ed estrogeno. Se dei batteri (come la Gardnerella, la Sifilide o la Gonorrea) ci vivono, le ovaie vengono ostacolate e possono non essere in grado di produrre il quantitativo esatto di ormoni, producendone di più oppure di meno. Il primo trattamento deve esse­re quello di uccidere i parassiti, in particolare i trematodi. Poi dovete fare altri trattamenti per uccidere tutti gli altri parassiti e batteri, in particolare la Gardnerella e i batteri enterici che possono facilmente spostarsi dall’intestino alle ovaie. A dispetto di tutto questo la ciste potrebbe non restringersi. Perché si rimpicciolisca dovete determinare che cosa le riempie. Poi dovete smettere di assumere quelle sostanze che la riempiono. La ciste si ridurrà di dimensione e si auto eliminerà.

Una ciste ovarica può essere riempita da molti tipi di inquinamento. Fate il test per trovare il CFC (clorifluoro carburi) e il PCB (difenile poli clorurato). Anche l’oro potrebbe essere una delle cause. Spesso il nostro corpo immagazzina agenti inquinanti particolari come l’amianto e la fibra di vetro dentro le cisti. Il nostro corpo è saggio. Se non è in grado di eliminarli attraverso i reni o la bile, almeno li tiene tutti insieme (sotto forma di ciste) nello stesso modo in cui un contenitore di rifiuti tossici risparmia il resto del paesaggio. Se continuiamo ad assumere le sostanze che la riempiono, essa non può restringersi. Fortunatamente i nostri leali globuli bianchi portano via le tossine dalle cisti in ogni minuto di ogni giorno e di ogni notte. Tutto quello che dobbiamo fare è smettere di aggiungerne. Togliete il metallo che si trova nei denti, ripulite il vostro corpo, la vostra alimentazione e l’ambiente.

Noterete che la ciste si rimpicciolirà nel giro di tre settimane. Quello che in realtà noterete sarà l’assenza di dolore che implica appunto che la ciste si sarà ristretta. Contemporaneamente il sollievo dal dolore dovuto all’uccisione dei batteri, l’assistenza data dalle erbe alle ovaie (provate achillea), la chiropratica, i calmanti sono tutti rimedi utili. Decongestionate l’area tramite il programma di pulizia dei reni. Se la ciste non si rimpicciolisce non vi siete accorti della presenza di agenti inquinanti. Dopo che la sua dimensione sarà ridotta, seguite un programma regolare di uccisione dei parassiti, a base di erbe o elettronico, e uno stile di vita migliore.

Le ovaie possono provocare dolore anche se non è presente una ciste. Ripulendo il corpo dai parassiti e dagli agenti inquinanti potete eliminare questo dolore velocemente; molto più velocemente di quanto sia stato necessario alla ciste per formarsi.

Gli ormoni sintetici sono spesso usati per risolvere problemi di vario genere alle ovaie. Non continuate ad usare questi medicinali quando non è più necessario. Nonostante la loro tossicità sia bassa, ci sono degli svantaggi come la necessità di una disintossicazione del fegato e il rischio degli inquinanti contenuti nei metalli pesanti. È stato inoltre notato che la diffusione del cancro accelera quando si assumono estrogeni.